Trieste non pensi a Cuba solo per i viaggi turistici

"I socialisti triestini non possono che dare la loro completa adesione alla manifestazione del partito radicale svoltasi ieri ( domenica 18 marzo ) a l'Avana a sostegno delle Damas De Blanco, gruppo di mogli, compagne e figlie dei detenuti politici cubani che hanno orgasnizzato la marcia annuale per la loro liberazione.

" Lo ha sostenuto il segretario provinciale del Nuovo P.S.I. Alessandro Perelli che ha sottolineato la necessitÓ di un amnistia per por fine a questa situazione indegna di un Paese civile." A Trieste- ha aggiunto Perelli- esistono due associazioni che promuovono i rapporti tra la nostra cittÓ e Cuba. A quella di carattere politico sarebbe da ricordare come la difesa della libertÓ d'espressione valga in ogni parte del mondo e quindi anche a Cuba e che non si pu˛ in Italia essere a favore dei Dico e a Cuba accettare la repressione degli omosessuali.

A quella di carattere turistico occorre ricordare che viaggi, musica e ballerine non possono nascondere ai triestini la realtÓ di una dittatura che impedisce ai cubani di esercitare il diritto alla libertÓ"

Trieste,19-03-07

L'Ufficio Stampa del Nuovo P.S.I.